Quali prodotti scegliere per concimare le rose in vaso? Quando applicare il concime per rose e come farlo? Ecco i consigli per rose coltivate in vaso

Le rose in vaso vanno concimate per essere certi che le piante crescano sane e mantengano per lungo tempo splendide fioriture e foglie rigogliose. Vediamo insieme come e quando concimare le rose in vaso e quale concime per rose scegliere.

concime per rose

Quando concimare le rose in vaso

Le rose in vaso vanno concimate spesso per avere fioriture meravigliose e prolungate nel tempo. La primavera e l’estate sono le stagioni in cui le piante hanno più bisogno di nutrienti mentre durante i periodi freddi dell’anno le rose non hanno in genere bisogno di interventi.

Il concime per rose in vaso

Come concimare le rose in vaso

Le rose in vaso vanno concimate per reintegrare nel suolo i nutrienti che le piante utilizzano per le loro funzioni vitali. Gli elementi nutritivi che il terreno contenuto in un vaso riesce a trattenere non sono infatti sufficienti a soddisfare le esigenze delle rose per un lungo periodo, ecco perché devono essere ripristinati tramite concimazioni cadenzate nel tempo.
Di tutti i nutrienti, le rose in vaso non possono fare a meno di azoto, fosforo, potassio, i macronutrienti indispensabili per tutte le piante, e di calcio e magnesio; questi elementi sono importantissimi e le piante mostrano chiari segni di sofferenza in caso di mancanza.
Le rose che crescono in suoli carenti di azoto si sviluppano lentamente, la loro vegetazione acquista tonalità gialle o rosse, mentre i fiori e le foglie crescono lentamente. Le rose si sviluppano pochissimo anche nei terreni in cui scarseggia il fosforo ma in questo caso le loro foglie si colorano di un inaspettato verde scuro; non solo, senza questo elemento le piante fioriscono con difficoltà e sviluppano un apparato radicale molto limitato. Con terreni scarsi in potassio i boccioli delle rose appassiscono e i fiori hanno colorazione sbiadita; la vegetazione subisce danni a carico dei margini fogliari, che si colorano di marrone e che via via si seccano. Nel caso di suoli carenti di calcio le foglie delle rose diventano gialle mentre se a mancare è il magnesio i fiori assumono colori sbiaditi e le foglie prima ingialliscono tra le nervature e poi necrotizzano fino a cadere.
Se le vostre piante mostrano questi segni di sofferenza, serve intervenire tempestivamente per riequilibrare il carico nutrizionale. Utilizzate un prodotto liquido, l’ideale per piante in vaso, da somministrare sciolto nell’acqua secondo le indicazioni e la frequenza riportate in etichetta. Prestate particolare attenzione ai dosaggi distribuite, un eventuale sovradosaggio potrebbe risultare controproducente.

concime per rose in vaso

I concimi per le rose in vaso

La scelta del concime è un aspetto importantissimo perché non tutti i fertilizzanti in commercio riescono a soddisfare le esigenze delle piante di rosa in vaso.
In questo caso il prodotto che più si addice a questo tipo di coltivazione è un concime per piante in vaso, come NutriOne, il concime concentrato a base di estratti vegetali e preziosi microelementi capace di fornire tutti i nutrienti richiesti dalle rose in vaso.
Se invece volete utilizzare un concime biologico scegliete Maxicrop Universale liquido, il concime naturale 100% di origine vegetale, ideale per la nutrizione delle piante in vaso.

La rosa: Il fiore dalle tante virtù

PIANTE & CO.