Per qualche strana ragione, a volte siamo portati a pensare che l’aria inquinata si possa respirare solo passeggiando in città. Certamente rassicurante, ma non del tutto veritiero.
Molte sostanze infatti, in apparenza prive di odore e colore, si insinuano anche tra le mura di casa e ufficio o si liberano direttamente dalle attività che conduciamo o dagli oggetti che vi riponiamo.

Le piante che depurano l’aria in casa

Non temete però, esiste una soluzione naturale e più semplice di quanto si possa pensare: le piante d’appartamento! Capaci non solo di arredare ma anche di rendere gli ambienti più sani, depurando l’aria e catturando le particelle in essa sospese, parola di NASA che vi ha condotto uno studio dettagliatissimo. E non stiamo certo parlando di piante esotiche, ma di specie che siamo soliti scegliere per le nostre abitazioni perché vi si adattano bene e perché sono piacevoli da vedere. Ecco allora che la sanseveria assorbe la formaldeide, presente nei rivestimenti, nel mobilio e in molti detergenti per la pulizia; il Ficus benjamina, oltre a catturare la formaldeide, è attivo anche contro il benzene, abbondante nelle zone trafficate e impegato in comuni processi industriali (colle, materiali plastici, vernici), e tricloroetilene (la comune trielina); o, ancora più efficace, lo spatifillo (Spathiphyllum Mauna Loa) che in più rimuove xilene e toluene, tra le sostanze più impiegate nei processi industriali.
E non si parla solo piante verdi. Se ad esempio amate i fiori, potete optare per gerbere, azalee e crisantemi, ne beneficeranno la vista e, senza che ve ne accorgiate, anche il vostro benessere.

Le piante che depurano l’aria in casa

Photo Credits:
Andy / Andrew Fogg

Lo spatifillo: la pianta contro l'inquinamento indoor

PIANTE & CO.