Coltivare un orto significa anche sapere quando è il momento di raccogliere gli ortaggi. Scopri tutti quello che c’è da sapere sulla loro maturazione

Il momento di raccogliere gli ortaggi è il più atteso dagli amanti e coltivatori dell’orto, soprattutto se alle prime armi, perché coltivare le piante di un orto richiede tempo e attenzioni, sforzi che vengono di gran lunga ripagati solo quando si può finalmente assaporare il frutto del proprio lavoro. Ma quando arriva questo momento?
Già, perché non è sempre facile capire quando la maturazione degli ortaggi è buona per il consumo. Serve prima di tutto conoscere le caratteristiche di ciò che si coltiva come la lunghezza del ciclo colturale, le dimensioni e l’aspetto del frutto a piena maturazione ed eventuali segnali che una pianta può lanciare quando pronta per il raccolto (come nel caso della cipolla).
 
Ecco allora una veloce tabella per aiutarvi a riconoscere, in base al tipo di ortaggio e alla durata del suo ciclo, quando i frutti sono maturi e pronti per la tavola. Scoprite cosa osservare se nell’orto coltivate pomodori, carote, cipolle, peperoncini, zucchine, patate, cocomeri, fagioli, cavolfiori e ravanelli e ricordate, saranno più buoni e salubri se concimati con NutriONE Orto o Maxicrop orto e frutta granulare (disponibile anche nella formulazione liquida, più comoda per chi coltiva in vaso), le soluzioni nutritive complete e naturali specifiche per gli ortaggi.
Per altri consigli su come si raccolgono gli ortaggi cliccate su questo link, se invece vi interessa sapere quando raccogliere e come essiccare le piante aromatiche leggete qui.

Buon raccolto!

Quando raccogliere gli ortaggi dell’orto