Come coltivare magnifici fiori tropicali in casa o in appartamento

I fiori tropicali sono piante affascinanti che possiedono forme particolari e colori sgargianti. Specie che non siamo abituati a vedere in Italia e che colpiscono grazie alle loro caratteristiche peculiari.
Vi presentiamo 5 fiori tropicali particolari che vi faranno rimanere rimanere a bocca aperta; e qualcuno lo si può persino coltivare in casa, perché non provate?

fiori tropicali

Gloriosa superba, il giglio rampicante cresce anche in Italia

La Gloriosa superba, o giglio rampicante, (Gloriosa superba) è una pianta originaria delle zone tropicali di Asia e Africa. Abituata ad ambienti temperati con inverni miti, questa specie rampicante può supera anche i 3 metri di altezza aggrappandosi alle superfici verticali grazie a particolari organi vegetali, i cirri. Oltre ad essere una pianta imponente, la Gloriosa superba stupisce in primavera e in estate quando emette i suoi fiori rosso arancione a margine ondulato che talvolta mostrano screziature di colori più tenui.
Coltivate anche voi la Gloriosa superba, non dovrete far altro che assicurare alla pianta una temperatura superiore ai 17 °C durante il periodo vegetativo e avere l’accortezza di posizionarla in pieno sole durante l’inverno; in estate, invece, la Gloriosa necessita di un ambiente ombreggiato.
Per avere fioriture stupende e prolungate, vi consigliamo di bloccare le annaffiature una volta che la pianta inizia a fiorire.
E non scordate di concimare, la Gloriosa ha bisogno di essere nutrita con un prodotto specifico per specie fiorite, un concime organico-minerale minerale come One Liquido. Questo prodotto a base di estratti vegetali e microelementi è l’ideale per piante verdi e da fiore. Distribuitelo per tutto l’anno diluendolo nell’acqua di irrigazione, solo così la Gloriosa superba potrà esprimersi in tutta la sua bellezza e regalarvi fioriture sempre più belle.

gloriosa, 5 fiori tropicali particolari

Sterlizia regina, l’uccello del paradiso arriva dall’Africa

La Sterlizia regina (Sterlitzia reginae), o più comunemente uccello del paradiso, è una pianta originaria dell’Africa che nelle zone d’origine può superare il metro d’altezza. Questa specie è famosa per i suoi fiori, tanto particolari quanto affascinanti. Dal centro della pianta si diparte uno stelo alto anche più di un metro alla cui sommità si sviluppa un fiore particolare di forma acuminata, formato da 5 sepali giallo - arancione e tre petali color cobalto.
Coltivare l’uccello del paradiso in Italia non è assolutamente semplice dato che la pianta ha bisogno di temperature estive inferiori a 18 °C mentre in inverno, quando fiorisce, deve avvalersi di almeno 15 °C.
Di certo è più facile acquistare i bellissimi fiori recisi di Sterlizia dal fiorista, conservarli a lungo nei vasi non è un problema e potrete godere della loro bellezza senza cimentarvi in tecniche di coltivazione particolari.

sterlizia, 5 fiori tropicali particolari

I colori sgargianti dei fiori dell’Eliconia

Le eliconie (Heliconia spp.) sono un gruppo di vegetali che in Italia vengono coltivati come piante da interno. Si sviluppano da una radice tuberosa, il rizoma, e accrescono una bellissima vegetazione composta da foglie molto grandi, lunghe anche più di un metro.
Ciò che più colpisce di queste piante sono le loro grandi infiorescenze a pannocchia visibili da marzo a ottobre. Esistono anche varietà con fiore ricadente ma tutte le piante sviluppano tanti fiorellini verdi circondati da particolari foglie modificate, le brattee, colorate di rosso, giallo, argento o rosa acceso.
Coltivate l’eliconia in vaso su un terriccio sciolto, composto da sabbia e terra in parti uguali, e assicuratele ambienti luminosi, evitando esposizioni in pieno sole, specie in estate.
Annaffiatela con parsimonia per evitare che il rizoma subisca eccessiva umidità e ricordate di concimare ogni 2 settimane con un prodotto specifico per piante da fiore in vaso, un concime come One liquido. Il concime One liquido è un composto a base di estratti vegetali e importanti micronutrienti che aiutano le piante crescere sane e produrre fioriture abbondanti.

heliconia, 5 fiori tropicali particolari

Lacrima d’angelo, il fiore tropicale multicolore

La lacrima d’angelo, nota anche come nutans, (Billbergia nutans) è un fiore tropicale che in Italia viene gestito come pianta da interno.
Questa specie perenne è una succulenta che va coltivata su terreni tendenzialmente acidi e in ambienti illuminati, evitando le posizioni in pieno sole.
La lacrima di angelo, conosciuta anche come lacrime della regina, sviluppa una vegetazione di color verde scuro con sfumature argentee. Ciò che più colpisce di questa pianta tropicale sono le sue infiorescenze cadenti, composte da piccoli fiori verdi con margine azzurro scuro attorniati da stami color oro e racchiusi in particolari foglie modificate di color rosa acceso.

lacrima d'angelo, 5 fiori tropicali particolari

L’alpinia e il suo rosso acceso, impossibile rimanere indifferenti

Il ginger rosso, o alpinia, (Alpinia purpurata) è un fiore tropicale proveniente dalla Polinesia che in Italia può essere gestito come pianta d’appartamento.
Il ginger rosso sviluppa un cespo fitto composto da foglie rigide e appuntire, al centro della vegetazione si sviluppa un lungo fusto eretto che all’apice porta un’infiorescenza a pannocchia molto particolare.
Seppur i veri fiori della pianta siano minuscoli fiorellini bianchi che appaiono in primavera, ciò che più colpisce di questa pianta tropicale particolare sono le sue brattee colorate di rosso acceso o fucsia. I trucchi per coltivare il ginger rosso in Italia? Sistemarlo in posizioni assolate e assicurare alle piante temperature superiori allo zero per tutto l’anno.
Avvaletevi di un buon concime liquido, come quelli consigliati in precedenza, e il ginger rosso donerà colore alla vostra casa grazie alle sue tonalità accese.

ginger rosso, 5 fiori tropicali particolari

L'orchidea: il fiore "simile a una farfalla"

PIANTE & CO.

L'orchidea: il fiore "simile a una farfalla"

PIANTE & CO.