Ravanelli, rucola, spinaci, soncino o carote? Scopri quali sono le piante e gli ortaggi più indicati per chi vuole iniziare a coltivare l’orto

Non è così difficile coltivare l’orto, ma chi è alle prime armi è meglio che si eserciti un po’ con terra e piante facili prima di fare sul serio. Iniziare con rucola, ravanelli, soncino, spinaci e carote, può aiutare l’ortista alle prime armi a prendere confidenza con la coltivazione. Ecco i trucchi per partire con il piede giusto.

Coltivare l'orto con piante di facile gestione

Come coltivare la rucola, la pianta facile pronta in un attimo

La rucola è una pianta facile da coltivare e in poco tempo vi regalerà un raccolto saporito. Da metà marzo in poi, dopo aver lavorato il terreno, seminate la rucola all’interno di solchi paralleli profondi meno di mezzo centimetro e distanziati tra loro di circa 10 cm. Annaffiate con regolarità ed entro una settimana le piante spunteranno dal terreno.
Dopo circa 1 mese, quando la rucola avrà superato i 10 cm di altezza, potrete raccogliere. Non tagliatela all’altezza del suolo ma concedetele qualche centimetro alla base, in questo modo la pianta si rigenererà fino a darvi un massimo di 5 raccolti.

piante e ortaggi indicati per coltivare l’orto

Come coltivare i ravanelli in modo facile e soddisfacente

Come la rucola, anche i ravanelli vanno coltivati a file. A marzo realizzate i solchi e seminate, di seguito bagnate il suolo con costanza per mantenerlo umido, ma non zuppo. Dopo poco più di una settimana vedrete germinare le piantine, che dovrete diradare quando avranno sviluppato 3 foglie, mantenendo una pianta ogni 4 cm circa.
Continuate ad annaffiare con costanza e vedrete far capolino dal terreno, alla base della vegetazione, la tipica radice rossa dei ravanelli. Non raccoglietela subito, per migliorare la qualità e il volume del ravanello, coprite con del terriccio la parte che fuoriesce dal suolo e attendete ancora un po’ di tempo prima di raccogliere.

facilissime piante per iniziare con l'orto

Come coltivare il soncino: una semina, tanti raccolti

Il soncino (o valerianella) si semina da metà agosto fino ai primi di novembre in solchi distanziati tra loro di circa 10 cm. Mantenete umido il terreno fino alla germinazione, che avverrà nel giro di 2 settimane. Irrigando a dovere, potrete cogliere il soncino da ottobre a dicembre. Diradate le piante se l’impianto è troppo fitto ed estirpate le erbe infestanti, solo in questo modo avrete foglie di soncino sane e gustose.

Coltivare l'orto: 5 piante facilissime per iniziare

Come coltivare gli spinaci, ortaggi resistenti

Lo spinacio non è semplicemente una pianta facile da coltivare, è anche resistente alle basse temperature, non a caso rientra tra gli ortaggi da seminare in autunno (da fine agosto a fine novembre) o a inizio primavera. Per ortisti alle prime armi è consigliabile optare per la semina autunnale, meno rischiosa: le alte temperature favoriscono infatti la monta a fiore e innalzamenti improvvisi a primavera potrebbero compromettere il buon esito della coltivazione.
Gli spinaci hanno bisogno di molto sole quindi trovate per loro la posizione ideale, lavorate il suolo e create delle aiuole rialzate di circa 15 cm rispetto al livello del terreno. Seminateli a file, distanziate circa 30 cm, oppure a spaglio, ossia distribuendo omogeneamente la semente su tutto il terreno così che possano crescere uniformemente su tutta la superficie.
Gli spinaci germinano in poco più di una settimana e hanno bisogno di essere bagnati moderatamente, ma con costanza, per tutto l’arco della loro vita. Da metà ottobre in poi iniziano le raccolte, tagliate le piante più cresciute alla base oppure asportate le foglie esterne poco per volta al fine di permettere ai cespi di sviluppare altra vegetazione da raccogliere in seguito.

Coltivare l'orto

Come coltivare le carote, ortaggi facili che piaccciono a tutti

Le carote si coltivano con facilità e danno sempre ottimi risultati. Nel Nord Italia si seminano tra marzo e giugno mentre al Centro e al Sud si possono anticipare le operazioni a febbraio per terminarle a maggio. Lavorate il suolo vangandolo fino a 25 cm di profondità e asportando tutto quello che può essere di ostacolo allo sviluppo delle radici (sassi, residui di altre piante,...); si tratta della più importante attenzione che dovrete riservare a questo tipo di pianta facile. Seminate le carote a file distanti circa 25 cm e diradate le piante quando raggiungono i 5 cm di altezza, mantenendone una ogni 7 cm circa. Tenete pulito il suolo dalle infestanti e in quattro mesi potrete cogliere delle deliziose e salutari carote.

5 piante facilissime per iniziare a coltivare l'orto