Ortensie fiorite anno dopo anno? Scopri quando trapiantare, come irrigare e in che modo concime queste meravigliose piante acidofile da giardino

Le ortensie sono piante arbustive ornamentali che con le loro grandi infiorescenze colorano il giardino dalla primavera all’ estate. Per essere sicuri che anno dopo anno fioriscano in un tripudio di colori, le ortensie vanno curate, irrigate e concimate, non dimenticando che si tratta di piante acidofile.

Come coltivare e concimare le ortensie

Ortensie: come e quando trapiantarle

Le ortensie (Hydrangea spp.) crescono bene in suoli leggermente acidi e mal sopportano i terreni calcarei. Sistematele in ambienti freschi e luminosi, evitando posizioni alla luce diretta del sole.
Le ortensie vanno messe a dimora in piena terra quando sono senza foglie, trapiantatele a fine autunno o poco prima della primavera, avendo l’accortezza di difenderle dal freddo se le temperature sono troppo rigide.
Scelta la posizione ideale, preparate una buca abbastanza grande da contenere la terra in cui son cresciute le radici e sistemate l’ortensia all’interno dello scavo mantenendo la parte superiore del pane di terra allo stesso livello del suolo. Riempite gli spazi vuoti con il terriccio appena smosso e annaffiate in abbondanza per favorire la radicazione.

Come coltivare le ortensie

Cure di coltivazione per le ortensie

Se d’inverno l’irrigazione praticamente non servirà, in primavera e in estate annaffiate con una certa frequenza; solo così, con un suolo piacevolmente umido, la pianta si sentirà a suo agio.
Una pratica molto utile è la pacciamatura, che prevede la copertura del suolo (con paglia o corteccia) alla base dei cespugli, manterrà il suolo umido in estate e in inverno proteggerà le radici dal gelo.
Al termine del periodo vegetativo, le ortensie perdono le foglie e si preparano al freddo; prima che arrivi la primavera potatele, vi ripagheranno con grande rigoglio la successiva bella stagione. Per scoprire come potare le ortensie cliccate qui.

Come concimare le ortensie

Come concimare le ortensie

Le ortensie necessitano di un buon apporto di sostanza organica, utile per dare struttura al terreno. Per tale ragione è raccomandabile distribuire a fine autunno e a inizio primavera concimi che ne sono ricchi, è il caso del letame maturo (1 kg per pianta) o del compost (1,5 kg per pianta).
Per mantenere acido il terreno, ripristinando gli equilibri nutritivi del suolo congeniali alle ortensie, è invece opportuno affidarsi a soluzioni specifiche, come aciMAX. Concime ideale per piante acidofile, ricco in ferro e alluminio, aciMAX stimola fioriture abbondanti, il rinverdimento fogliare e svolge un ruolo determinante nella regolazione del colore dei fiori, conferendo loro ricercatissimi toni azzurri.

quando trapiantare, come irrigare le piante acidofile

Le ortensie: le magiche composizioni floreali

PIANTE & CO.