La concimazione del bonsai è necessaria per avere piante armoniche ed equilibrate, ecco quando concimare, come farlo e quale concime scegliere

Concimare i bonsai in modo corretto è fondamentale per il loro benessere. Fortunatamente oggi possiamo contare su soluzioni nutritive appositamente studiate e scegliere un concime per bonsai di qualità può davvero fare la differenza.
Che il vostro sia un resistente bonsai di ficus ginseng, un raffinato bonsai di olmo o un più impegnativo bonsai di ulivo, poco cambia, è necessario assicurare alle piante uno sviluppo equilibrato, che riesca a irrobustire il legno e a mantenere in salute la chioma di queste caratteristiche piante in miniatura. Cerchiamo allora di capirne di più sulla concimazione dei bonsai.

La concimazione del bonsai

La concimazione dei bonsai, perché è così importante?

I bonsai, come d’altronde tutte le piante, hanno bisogno di recuperare acqua e nutrienti dal suolo per svolgere le proprie funzioni vitali. In una porzione di terreno molto contenuta, come quella di un vaso per bonsai, le sostanze nutritive sono limitate e vanno reintegrate regolarmente per permettere alla pianta di vivere e svilupparsi in modo armonico ed equilibrato.

La concimazione del bonsai

Quando concimare il bonsai

La somministrazione del concime per bonsai dovrebbe essere adeguata allo stato della pianta. Durante la fase vegetativa i fabbisogni sono superiori rispetto al periodo di riposo, che coincide con i mesi freddi, quindi è necessario modificare la frequenza di somministrazione. Si consigliano due concimazioni al mese dall’inizio della primavera, in corrispondenza della ripresa vegetativa del bonsai, fino all’autunno inoltrato. Nei mesi più freddi, anche se la pianta viene ricoverata all’interno, sarà sufficiente un’applicazione di fertilizzante per bonsai al mese.

Come concimare i bonsai

Come concimare i bonsai

Tra i concimi disponibili, le formulazioni migliori sono quelle che garantiscono una distribuzione uniforme delle sostanze nutritive nel terriccio di coltivazione, per questo e anche per il fatto che la somministrazione stessa è più agevole, sono preferibili i concimi liquidi, da diluire nell’acqua di irrigazione secondo le dosi suggerite in etichetta. Per distribuire il concime per bonsai avvaletevi di un annaffiatoio con soffione a fori sottili e bagnate il terriccio ripetutamente, lasciando che la soluzione nutritiva venga assorbita prima di ripetere l’operazione.
Affidatevi sempre a concimi per bonsai di qualità, come bonsaMAX, che, grazie alla sua composizione specifica ed equilibrata, oltre a reintegrare i principali nutrienti, migliora la lignificazione della pianta, irrobustendo la corteccia, e accentua la radicazione, effetto particolarmente importante al momento del rinvaso.