Il giardino non conosce giorni di riposo o settimane di ferie. Ecco perché quando si parte per le vacanze è importante non lasciare le piante al loro destino ma prepararle al periodo in cui non avranno nessuno ad accudirle.
Vediamo come mantenere in salute il giardino mentre ci si gode il meritato periodo di riposo estivo.
Il giardino riesce a sopravvivere in maniera autonoma anche sotto il sole estivo; gli alberi, le siepi, gli arbusti e le piante ornamentali in generale possono contare sulle loro lunghe radici per reperire l’acqua dagli strati più profondi del terreno.
Certo è che se la stagione è particolarmente secca, e la vostra permanenza fuori casa prolungata, è meglio correre ai ripari e far di tutto perché le piante non soffrano la sete.
La soluzione al problema è quella di affidare il giardino a una persona capace di gestire lo spazio verde in vostra assenza. Oppure potreste installare un impianto di irrigazione automatico, cosi da poter gestire le annaffiature impostando a dovere il timer.

alcuni consigli per mantenere in salute il giardino, quando siamo in vacanza

Purtroppo non tutti possono permettersi un sistema d’irrigazione o assoldare un volontario dal pollice verde per seguire il giardino.
In questi casi, la scelta migliore è quella di preparare le piante al periodo in cui mancherete. E se annaffiarle sarà impossibile, si dovrà far di tutto per permettere al verde di valorizzare al massimo le riserve idriche presenti nel suolo.

Cosa fare in giardino prima di partire per le vacanze

Come prima cosa sarchiate il terreno zappettando il suolo circostante la base delle piante. Un’operazione che facilita l’assorbimento d’acqua nel terreno (nel caso ci fossero precipitazioni) ma, soprattutto, interrompe la risalita capillare della stessa dagli strati profondi del suolo fino in superficie, dove si perde per evaporazione.

alcuni consigli per mantenere in salute il giardino

Dopo aver sarchiato, pacciamate il suolo distribuendo paglia, corteccia sminuzzata o foglie secche attorno ai vegetali, un buon metodo, forse il migliore, per aiutare i vegetali a superare i periodi caldi. Questi materiali naturali proteggeranno il terreno dal sole e limiteranno l’evaporazione, provate a scostare lo strato pacciamante dopo alcuni giorni dall’ultima pioggia, sentirete il suolo ancora umido e fresco. Ma non è tutto, con questa pratica le erbe infestanti avranno vita dura e non riusciranno a germinare, a tutto vantaggio delle vostre piante che non dovranno competere con scomodi concorrenti.
I vegetali che soffrono il caldo vanno infine protetti dal sole con dei teli ombreggianti, pensati appositamente per permettere un passaggio di luce minimo e rinfrescare l’area sottostante, limiteranno le necessità idriche delle piante.

consigli per mantenere in salute il giardino anche quando siamo in vacanza.

Link immagine 1: qui
Photo Credits sean hobson

Link immagine 2: qui
Photo Credits Heather Cowper

Link immagine 3: qui
Photo Credits Sam