Seminare gli ortaggi è un’arte semplice: ecco gli errori da evitare per una buona germinazione e un’ottimale crescita delle piante

Come seminare gli ortaggi? La semina dell'orto è tutto sommato un’operazione facile, ma per farla bene è indispensabile conoscere alcune semplici regole. Come? Impariamo degli errori, ecco quali sono gli sbagli più comuni durante la semina e come evitarli per permettere la germinazione e non compromettere la crescita delle piante.

Seminare gli ortaggi a profondità scorrette
I semi degli ortaggi vanno posti a una profondità tale che permetta loro di germinare senza problemi: se si esagera non avranno energia a sufficienza per permettere alle piantine di raggiungere la luce, se invece si resta troppo in superficie verranno facilmente scalzati o comunque non si troveranno nelle condizioni ambientali idonee alla germinazione.
La regola generale vuole che, durante la semina degli ortaggi, i semi si coprano con uno strato di terra pari alla loro altezza.

seminare ortaggi nell’orto senza fare errori

Irrigazioni insufficienti
Dopo aver seminato, è d’obbligo mantenere umido il terreno per permettere alle piante di svilupparsi. Senza la dovuta dose d’acqua, infatti, le sementi non attivano i processi di germinazione. Innaffiare l’orto è quindi fondamentale, fatelo con costanza ma non esagerate, al termine dell’irrigazione il suolo dovrà essere umido ma non zuppo d’acqua.

Annaffiature irruente
Irrigare è necessario, ma nei giorni successivi alla semina bisogna annaffiare con cautela per evitare di scalzare i semi. Utilizzate diffusori ampi e getti d’acqua delicati.

Come seminare gli ortaggi nell’orto

Tecnica di semina scorretta
Le piante crescono al meglio quando hanno a disposizione uno spazio congruo alle loro esigenze e la loro disposizione nelle aiuole si decide proprio al momento della semina degli ortaggi, ecco perché è importante farla bene, perché da essa dipenderà il futuro benessere delle piante.
In orto, come in giardino, si può seminare a spaglio (è il caso della rucola o della lattuga da taglio), ma anche a righe (ad esempio le carote o il basilico) o in buchette (come per il pomodoro, il peperone, la cipolla o il cetriolo) mantenendo le distanze richiesta dal tipo di pianta che si desidera coltivare.
Se volete approfondire l’argomento e scoprire di più sulla semina degli ortaggi e delle piante in genere leggete anche questo articolo.

gli errori da non fare quando si seminano gli ortaggi nell’orto