Fiore di loto: quali sono le proprietà benefiche di questo meraviglioso fiore acquatico?

Meravigliosa varietà ornamentale, da sempre simbolo di vitalità e purezza, il fiore di loto schiude proprio in questo periodo le sue profumate corolle. Conosciute soprattutto per la loro straordinaria bellezza, sono apprezzate anche per le molteplici proprietà benefiche: i petali, siano essi essiccati o acquistati sotto forma di olio essenziale, rappresentano infatti un ottimo rimedio naturale per limitare le conseguenze dell’invecchiamento cellulare, provocato dallo stress o dall’avanzamento dell’età.
Del fiore di loto, però, non si utilizzano solamente i petali, ma anche i semi, che hanno un effetto distensivo e calmante. Merito di un particolare enzima che contengono, che ha l’importante compito di frenare l’ossidazione delle cellule.
A discostarsi completamente da queste virtù, è invece la radice del fiore di loto, nota principalmente per le proprietà benefici nei confronti del sistema respiratorio. Preziosa in caso di raffeddore, tosse e bronchite, aiuta a sciogliere i catarri e ha un effetto espettorante. Non concentriamoci troppo sulle patologie tipicamente invernali: dopo i bagordi delle ferie estive, ora è il momento giusto per depurare l’organismo e ripartire con il piede giusto. Come? Comprate in qualche negozio biologico una radice di fiore di loto, bollitela, tagliatela a fettine e consumatela come contorno, aggiungendola all’insalata o a un piatto di verdure miste, il benessere è assicurato.

Il fiore di loto, tutte le proprietà benefiche