A fine marzo inizia la primavera e con l’aumento delle temperature il giardino riprende vita.
Un mese pieno di impegni per i pollici verdi, intenti a preparare le piante per la nuova stagione. Ecco allora quali lavori svolgere per risvegliare il giardino.

Marzo: i lavori in giardino

Alberi e arbusti

Prima della fine dell’inverno, mentre mimose e magnolie sono in fiore, terminate le potature e provvedete a piantare siepi e alberature. Asportate i rami morti delle specie che hanno dato fiore in inverno, come ad esempio il calicanto, e accorciate, mantenendo su ciascuno le prime 3 o 4 gemme, i rami di alberi e arbusti da fiore come prunus ornamentali, ibisco cinese, buddleia, lagerstroemia e caryopteris. Durante le prime settimane del mese potete ancora mettere a dimora alberi (come il sambuco, il nocciolo e l’evonimo europeo), siepi (ligustro o carpini) e alcune specie rampicanti a fioritura estiva (glicine e vite americana).
A fine mese, se le temperature si sono stabilite sopra i 10 °C, potrete liberare le piante dalle protezioni invernali, attenti però ai ritorni di gelo comuni in molte zone d’Italia.

Marzo: i lavori in giardino

Aiuole

A marzo le aiuole sono in fervore, tanto che alcune mostrano già i primi fiori. Questo è il periodo più adatto per estirpare a mano le infestanti e provvedere a ripristinare, o a distribuire, la pacciamatura.
Le specie da mettere a dimora sono moltissime, a partire dalle perenni a fioritura estiva come le coreopsis, l’heliopsis (Heliopsis helianthoides) e gli helenium.
Piantate anche le tappezzanti: in pieno sole sistemate la Potentilla neumaniana o la Gypsophila cerastioides, mentre in posizione di mezzombra crescono benissimo Saxifraga stolonifera o Ajuga reptans.
Se le temperature si stabilizzano sopra i 13 °C, potete mettere a dimora anche i bulbi che fioriscono nel periodo caldo, come begonie tuberose, gladioli e dalie.

Marzo: i lavori in giardino

Roseto

Terminate la potatura dei rosai prima di metà mese accorciando i rami e mantenendo su di essi 2 o 3 gemme, asportate anche il legno secco e le parti morte. Asportate a mano le malerbe e ripristinate la pacciamatura.
Periodo di impianto anche per le rose a radice nuda che, fino al termine del mese, possono essere sistemate in terra.

Marzo: i lavori in giardino

Piante in vaso

Marzo è un mese delicato anche per le piante in vaso, in particolare per quelle che avete protetto dal freddo. Iniziate a togliere le protezioni solo ed esclusivamente quando le temperature si attestano stabilmente sopra i 10 °C, allo stesso modo attendete il momento più opportuno per riportare in giardino le specie ricoverate all’interno. State attenti a non essere frettolosi, repentini ritorni di gelo potrebbero danneggiare seriamente le vostre piante, per questo, nel dubbio, il consiglio è di attendere ancora un po’ (la prima metà di aprile) piuttosto che anticipare.
Marzo è infine il mese perfetto per il rinvaso di rose, palme e bossi allevati in contenitore, ricordate di utilizzare contenitori di diametro subito superiore rispetto ai precedenti.

Marzo: i lavori in giardino

Photo 1 Credits:
Alice

Photo 2 Credits:
RossoGialloBianco

Photo 3 Credits:
wundoroo

Photo 4 Credits:
GardenTraveller

Photo 5 Credits:
Oliver Rich