Perché le foglie sono verdi? Semplicemente perché, di tutta la gamma cromatica di cui si compone la luce, l’unica che non viene utilizzata dai cloroplasti per la fotosintesi è proprio il verde. Non impiegata, la luce verde viene riflessa e così giunge ai nostri occhi.
Non ci va poi così male. Pensate, se le foglie assorbissero tutta la luce, ogni forma vegetale, dal muschio sulle rocce, all’erba dei pascoli, alle foreste pluviali, apparirebbe nera!
Per rispondere al perché le foglie del verde non se ne fanno nulla, serve invece tornare indietro nel tempo, a tantissimi anni fa, e fare un’immersione per esplorare i fondali marini.
Già perché proprio là si nasconde la ragione del perché la vegetazione sia diventata così selettiva con la luce (e quindi il colore) verde.

perché le foglie sono verdi

Dovete sapere che milioni di anni fa la vita era relegata nei mari e costituita per lo più da esseri monocellulari, come gli archei (o archeobatteri) e i cianobatteri. I primi popolavano gli strati più superficiali delle acque, mentre in profondità, vivevano i cianobatteri, antenati delle piante e probabilmente i primi esseri viventi capaci di fotosintetizzare.
Gli archei assorbivano solo la luce verde e lasciavano passare tutte le altre onde luminose, così ai cianobatteri, situati in acque più profonde, non rimase che adeguarsi e sfruttare al meglio la situazione ovvero sviluppare un sistema per tramutare tutte le onde luminose, verde escluso, in energia vitale.

perché le foglie sono verdi

I cianobatteri, trasformandosi col tempo nelle forme vegetali più evolute, non hanno mai perso questa caratteristica, consolidando e affinando sempre più quel meccanismo che oggi porta il nome di fotosintesi. Ecco spiegato il perché le piante che colorano parchi e giardini, ancora oggi, sono meravigliosamente verdi.

perché le foglie sono verdi