Seminare il prato nel periodo corretto è il primo passo per avere un manto erboso impeccabile

Per avere un prato perfetto bisogna seminarlo nel periodo giusto, solo così l’erba potrà attecchire e formare un manto erboso bello e omogeneo.
Quando seminare il prato? Si semina in primavera o in autunno a seconda delle condizioni climatiche presenti nella zona in cui si trova il giardino.

Quando seminare il prato?

Il prato va seminato in primavera o in autunno per essere sicuri che l’erba possa sopportare, a seconda delle situazione, l’arrivo dell’estate o dell’inverno.
Il manto erboso, infatti, ha molte difficoltà a tollerare temperature estreme, specie se le piante sono ancora giovani e il prato non è riuscito a radicare come dovrebbe.
Ecco perché se abitate nel Nord Italia, zone caratterizzate da estati calde e inverni rigidi, la scelta migliore è quella di seminare in piena primavera.
In questo modo l’erba riuscirà a radicare prima dell’arrivo dell’estate e non dovrà subire i ritorni di gelo che caratterizzano le ultime settimane di marzo e le prime di aprile.
Se invece abitate al Sud è meglio seminare il prato in autunno, tra fine settembre e metà ottobre; solo così l’erba non dovrà subire il torrido caldo estivo e riuscirà a emettere radici robuste prima dell’arrivo dell’inverno.

Quando e come seminare il prato

Come seminare il prato

La preparazione del terreno per la semina del prato è un fattore fondamentale perché condizionerà direttamente la futura coltivazione del manto erboso.
Cominciate i lavori asportando tutte le pietre che affiorano dal suolo e ogni tipo di vegetale non previsto nel giardino.
Vangate il terreno per 30 cm di profondità eliminando le rocce e i sassi in cui incapperete.
Se avete previsto un impianto di irrigazione e/o un drenaggio profondo, installateli in questo momento, quindi livellate il terreno e affinatelo per prepare il miglior letto di semina possibile.
Cominciate ad annaffiare il giardino anche se non avete ancora seminato. Nei prossimi 10 giorni vedrete germinare le erbacce; e non appena il giardino sarà popolato di infestanti, diserbatele con un prodotto adatto e asportatele dal suolo appena seccano.
Ora è possibile seminare l’erba stando bene attenti a distribuire la semente in modo omogeneo su tutta la superficie a disposizione. Infine passate un rullo non pesante sul terreno per essere sicuri che la terra aderisca ai semi ma senza correre il rischio di compattare il suolo.
Terminata la semina, annaffiate il terreno e concimatelo per permettere all’erba di emergere il prima possibile.
Utilizzate un concime per prato a lento rilascio pensato per favorire la radicazione dei tappeti erbosi dopo la semina, un concime come Actiwin semina e impianto.
Apportando circa 2 Kg di Actiwin semina e impianto ogni 100 m², assicurerete all’erba un nutrimento completo, pensato per favorire l’insediamento del prato e preservarne la salute nel lungo periodo.

Quando seminare il prato