Gli agrumi sono piante cespugliose che regalano tantissime soddisfazioni grazie a frutti colorati e fioriture profumate. E la scelta è veramente ampia: dal classici arancio, limone e mandarino ai più ricercati kumquat, bergamotto, chinotto e cedro, fino al bizzarro “mano di Buddha”. Sensibili alle basse temperature, gli agrumi richiedono la coltivazione in vaso così da poter essere spostati in luoghi riparati nei mesi più freddi.

Quali piante acquistare e quali vasi scegliere

Arbusti, o piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Rutaceae, amanti del caldo e del sole, gli agrumi iniziano a produrre fiori e frutta intorno al quarto anno d’età, ecco perché il primo consiglio è quello di acquistare piante che abbiano già superato il terzo anno di vita.
Optate per vasi in terracotta, certamente più pesanti, ma capaci di garantire un ambiente più salutare per le radici e il benessere delle piante in genere.

Terriccio drenante e posizione riparata

Assicuratevi sin da subito che il terreno sia soffice e ben drenato, come la maggior parte delle specie che amano il caldo, anche gli agrumi soffrono moltissimo i ristagni idrici. Scegliete un terriccio arricchito con sabbia e ricco di sostanza organica, neutro, o leggermente acido e ricordate che qualche centimetro di argilla espansa sul fondo del vaso è sempre raccomandabile. Qualora vi foste dimenticati quest’ultimo passaggio potete rimediare facilmente appoggiando il vaso su un sottovaso riempito di argilla espansa.
Sistemate il vaso al riparo dai venti, in una posizione soleggiata, e bagnate regolarmente il terriccio in modo che non secchi tra un’annaffiatura e l’altra; le piante di agrumi resistono molto bene alla siccità ma se restano troppo all’asciutto producono meno frutta

Tutto quello che serve sapere sugli agrumi in vaso

Attenzione alle basse temperature

Mantenete le piante all’esterno durante la bella stagione o comunque fintanto che la temperatura si mantiene superiore ai 5 °C, in caso contrario sarà necessario provvedere affinché il gelo non danneggi seriamente gli agrumi.
L’ideale sarebbe posizionare i vasi in verande ben illuminate ed esposte a sud così da assicurare alle piante almeno 6 ore di luce al giorno. Mantenete la temperatura degli ambienti di ricovero intorno ai 7 °C, annaffiate e arieggiate i locali di tanto in tanto evitando però le correnti d’aria.
Se non avete a disposizione uno spazio adatto, potete difendere le vostre piante ricorrendo a dei sacchi di iuta abbastanza capienti. Sistemate sul fondo del sacco un pannello di polistirolo e appoggiateci sopra il vaso, riempite gli spazi vuoti con della paglia, o dei fogli di giornale, e richiude il tutto con uno spago. Distribuite paglia sula superficie del terriccio per difendere le radici e ricoprite accuratamente la chioma con del tessuto non tessuto, e il gioco è fatto.

Tutto quello che serve sapere sugli agrumi in vaso

Leggere potature e reinvaso

Al termine dell’inverno, quando le temperature primaverili si saranno ben assestate, trasferite gli agrumi all’aperto o liberateli dalle protezioni, e già che ci siete sfoltite i rami vecchi e poco produttivi con una leggera potatura.
Tra primavera e inizio autunno, concimate con One, di origine vegetale e ricco di microelementi, fornirà alle vostre piante tutto il nutrimento necessario. Particolarmente indicato durante la fioritura è invece Agrumax: la sua formulazione specifica evita la cascola dei frutticini e agevola la fruttificazione naturale.
Ogni primavera invece, precisamente a metà stagione, ricordate di controllare se è necessario rinvasare le piante in contenitori di terracotta più grandi (circa 10 cm in più del vaso precedente): se, sollevando la zolla di terra, le radici risultano troppo fitte, è necessario cambiare il vaso. 

Con questi consigli i vostri agrumi cresceranno sani e forti con il minimo sforzo, pronti a regalarvi frutta e soavi profumi mediterranei, anno dopo anno.

Tutto quello che serve sapere sugli agrumi in vaso

Photo 1 Credits:
liz west

Photo 2 Credits:
Stefano

Photo 3 Credits:
Bastiaan Terhorst